Il diabete: una panoramica

Indice

  • Introduzione
  • Etimologia
  • Cos’è il diabete?
  • Le problematiche
  • Il trattamento
  • Una vera e propria epidemia
  • Le tipologie di diabete

Introduzione

Sicuramente avrai già sentito parlare del diabete, la più nota malattia metabolica che può colpire l’essere umano. Di che si tratta nel concreto? Che disturbi provoca? Ne esistono tipologie differenti? In questo articolo cercheremo di fornirti tutte le risposte che ti servono in modo semplice ma efficace.

Etimologia

Il termine diabete fu coniato per la prima volta dal medico Areteo di Cappadocia nel I secolo d.C. e derivava dal verbo διαβαίνειν che in  greco antico significava  “attraversare”, riferito al fluire dell’acqua. La scelta di questa accezione è facilmente intuibile: il sintomo più appariscente del diabete è l’eccessiva produzione di urina, come se ci sia un flusso molto abbondante di acqua. Nel Medioevo, poi, al termine greco si è affiancata la parola latina diabètés. 

Il termine mellito, invece, deriva dal latino mellitus ovvero “contenente il miele” o “dolce come il miele”. Fu il medico inglese Thomas Willis nel 1675 ad accompagnare al termine “diabete” il suffisso mellito, perché le urine dei diabetici avevano un sapore dolce che ricordava il miele.

Che cos’è il diabete?

Il diabete, o diabete mellito, è una malattia cronica caratterizzata da un’eccessiva quantità di zucchero nel sangue, condizione chiamata iperglicemia. 

La causa principale che porta ad essere diabetici è un difetto di funzionalità o di produzione di insulina da parte del pancreas. 

In poche parole, in condizioni di normalità, quando introduciamo cibo nel nostro organismo, immettiamo nel corpo una quantità variabile di glucosio. Per far sì che questo booster energetico abbia effetto positivo, l’insulina, che è un ormone prodotto naturalmente, interviene per regolare il livello di glucosio e favorirne il trasporto alle singole cellule dell’organismo.

Nel caso specifico del diabete, l’insulina prodotta è insufficiente, non funziona correttamente e la conseguenza è che si genera un eccesso di zuccheri nel sangue, definito iperglicemia, che viene smaltito tramite le urine. L’insulina ha un altro ruolo fondamentale: serve a garantire che la fonte di energia del corpo siano gli zuccheri. In questo modo, evita che l’organismo ricarichi le batterie sfruttando grassi e proteine, con conseguente sovrapproduzione di corpi chetonici, condizione che, se non monitorata da uno specialista, può portare a seri disturbi del corpo.

Foto di Artem Podrez

Problematiche

Sono diabetico, e quindi? Il tuo corpo non produce sufficiente insulina o, se prodotta in quantità standard, hai delle cellule dell’organismo che non rispondono correttamente, non fanno il loro lavoro insomma. Questo porta ad un livello eccessivo e persistente di glucosio nel sangue con la conseguente insorgenza di problemi di salute che possono dar sfogo a complicanze gravi tra cui malattie cardiache, ictus, insufficienza renale e perdita della vista. 

Trattamento

Quindi sono spacciato? No, certo che no. Fortunatamente seguendo un trattamento adeguato e costante, nella maggior parte dei casi, potrai gestire e contenere la malattia in modo efficace e ridurre le complicazioni al minimo. Non si può definire cura perché non fa scomparire il diabete ma permette di seguire uno stile di vita sano, di raggiungere un certo benessere e, di fatto, di ridurre notevolmente i rischi e i disturbi che il diabete può portare.  Il trattamento, che dura tutta la vita, è principalmente farmacologico e avviene tramite iniezioni di insulina oppure farmaci orali come la metformina.

C’è da sottolineare che per ogni singola persona, bisogna costruire una terapia individuale in relazione alla diversa situazione clinica e alle differenti caratteristiche personali. Questo lavoro viene svolto da medici esperti e specializzati come il medico di medicina generale o il diabetologo. 

Foto di Nataliya Vaitkevich

Una vera e propria epidemia

Il diabete è in continuo aumento a livello globale, motivo per cui gli esperti, spesso parlano di una vera e propria epidemia di diabete. Per fornire qualche numero, nel 2021 le persone nel mondo affette da diabete erano 537 milioni e le proiezioni per il 2030 e il 2045 si assestano rispettivamente su 643 milioni e 783 milioni. Guardando indietro, nel 2000 i diabetici tra i 20-79 anni nel mondo erano 151 milioni; in 21 anni il numero è quadruplicato!

Quanti tipi di diabete esistono?

Ne esistono diversi, tra i più comuni ci sono il diabete di tipo 1 e il diabete di tipo 2, oltre ad ulteriori tipi numericamente meno rilevanti, come il diabete gestazionale, il diabete detto MODY e il diabete di Lada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.